20.6 C
Comune di Avellino
18 Maggio 2022
Ultima pubblicazione: 18 maggio 2022 14:47:22
Impresa Diretta
Image default
Politica

SINDACO DI “SCEGLIAMO ATRIPALDA”? FORSE UNA DONNA

Il candidato Sindaco di “Scegliamo Atripalda” potrebbe essere una donna.

Le voci si rincorrono, ovviamente certezze non ce ne sono, ma il tam tam politico potrebbe riservare sorprese nella lista di “Scegliamo Atripalda”, la forza attualmente in maggioranza, che da 5 anni governa la città del Sabato.

Lo sgarro fatto dal Sindaco Giuseppe Spagnuolo al gruppo Popolare che lo ha sostenuto a spada tratta, prima e per tutta la legislatura, ha messo in discussione il secondo mandato.

Al di là dell’amicizia che lega da tempo tutti i componenti dell’attuale maggioranza, all’attuale Sindaco qualche crepa abbastanza profonda comincia ad emergere. 

Le parole di Mirko Musto

E’ di qualche ora fa la dichiarazione dell’Assessore Mirko Musto al settimanale il Sabato, sulla sorpresa assolutamente inattesa e per niente condivisa, con cui il primo cittadino ha deciso di lasciare con un palmo di naso gli amici Popolari per abbracciare il PD.

Ecco un piccolo passaggio dell’Assessore Musto intervistato dal Direttore del Sabato Gianluca Roccasecca.

“Aderendo al gruppo consiliare del Pd, che, nel frattempo, senza alcuna evidente necessità politica, si era costituito in Consiglio comunale, determinando una separazione che oggi risulta inaspettata e discutibile del Sindaco, rende ancora più netta e stridente.

Se il capo di una coalizione improvvisamente smette di essere super partes per marcare nettamente e direi istituzionalmente la sua con-notazione politica, senza che nessuno glielo abbia chiesto né tantomeno imposto, evidentemente c’è qualche ragione che a me francamente sfugge”. 

Che cosa sia passato nella testa di Spagnuolo solo lui lo sa.

Crediamo che il gesto abbia sorpreso anche il massimo esponente Popolare, Ciriaco De Mita che tanto si è speso affinché Geppino avesse il massimo supporto da quella rete costruita con enorme pazienza anche dall’ex Presidente del Consiglio contro Paolo Spagnuolo.

Dicevamo della possibile esclusione diretta o indiretta di Giuseppe Spagnuolo alle prossime amministrative del 2022.

Premessa

Una seconda possibilità non si nega a nessuno, a patto che chi la richiede sia leale con l’intera squadra, cosa che Spagnuolo non ha fatto.

Detto ciò, possiamo affermare, ma questo non è un segreto per nessuno, che l’attuale maggioranza non condivide niente con nessuno, si parlano a malapena e non si sopportano.

Ognuno cammina per i fatti suoi coltivando il proprio orticello in attesa di raccogliere i frutti.

La persona di Geppino per niente “popolare” tra la gente, sta facendo emergere la figura di una donna che da tempo si occupa di chi dalla vita ha avuto poco o niente.

Una donna con una spiccata sensibilità, cosa che all’attuale primo cittadino manca totalmente, potrebbe raccogliere i consensi dei Popolari che all’interno della città di Atripalda sarebbero pronti a riemergere ed a riorganizzarsi…ammesso che non lo stiano già facendo. 

Le prossime settimane diranno se Giuseppe Spagnuolo al minimo della sua popolarità lascerà “per amore o per forza” campo libero, ritornando a fare il lavoro che in questi 5 anni ha svolto ben poco, ossia il Capo dell’Ufficio Tecnico di Manocalzati.

Articoli correlati

SANITA’ IN CAMPANIA: SEMPRE PEGGIO

NUNZIA BATTISTA: “NOI SIAMO LA VOCE DI ATRIPALDA”

Giuseppe Vincenzo Battista

ATTIVA ATRIPALDA, ECCO TUTTI I CANDIDATI

Questo sito utilizza sia Cookies tecnici (necessari al suo corretto funzionamento) che di profilazione propri o di terze parti (necessari al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti durante la navigazione).
La prosecuzione della navigazione o l'accesso a qualunque sezione del sito senza avere prima modificato le impostazioni relative ai Cookies varrà come accettazione implicita alla ricezione di Cookies dal presente sito.Per visionare l'informativa estesa clicca qui.

In mancanza di accettazione o eventuale rifiuto da parte dell'utente potrà comportare la mancata prestazione del servizio richiesto o la parziale visione dei contenuti previsti nel sito se tale accettazione è necessaria a tali fini.
Accetto Leggi di più