18 C
Comune di Avellino
30 Settembre 2020
Ultima pubblicazione: 30 settembre 2020 15:19:45
Impresa Diretta
Image default
Attualità

PROBLEMI SU CERTIFICATI AMMISSIONE IN CLASSE

Problemi su certificati di ammissione in classe.

Alberto Villani, presidente della Società Italiana di Pediatria e membro del Comitato Tecnico Scientifico, CTS, raggiunto dal “Corriere della Sera”, ha cercato di far chiarezza su un argomento intorno al quale orbitano diversi dubbi e incertezze “i certificati per la riammissione in classe dei bimbi dopo una malattia”.

“Nel certificato il medico curante deve poter escludere che la malattia sia correlata al Sars-CoV-2 e per affermarlo è necessario il risultato del tampone che al momento è l’unico test diagnostico di riferimento.

La procedura implica che la certificazione diventi un atto impegnativo” ha spiegato Villani.

Una procedura questa che seppur necessaria rallenterebbe di qualche giorno il ritorno a scuola dopo una malattia.

“Molti bambini – ha affermato il pediatra – potrebbero restare in attesa di avere il via libera per tornare a scuola considerato che dal momento in cui il tampone viene prescritto dai pediatri possono passare giorni prima di avere il risultato.

Quindi per un’assenza di 3 giorni legata alla presenza di sintomi simili a Covid-19 potrebbe passare oltre una settimana per attestare che la malattia non è quella”.

Il problema potrebbe interessare maggiormente una fascia di età al di sotto dei 6 anni come ha dichiarato il pediatra.

“Mentre i bambini sopra i 6 anni sono meno esposti perché indossano le mascherine, i più piccoli, per quante accortezze si possano avere nel tenerli separati, tendono ad ammalarsi di più.

Statisticamente è la fascia d’età con la maggiore incidenza di infezioni da raffreddamento”.

Quali potranno essere le possibili soluzioni al problema al fine di non generare caos?

È sempre il presidente della Società Italiana di Pediatria a rispondere.

A Roma spiega Villani “su 17 postazioni drive in ne verrà organizzata qualcuna a vocazione pediatrica dove inviare le famiglie.

Troveremo percorsi semplificati per accessi alle visite e tempi di risposta veloci”.

Inoltre Villani sembra avere un’idea diversa rispetto ai pediatri che denunciano l’impossibilità di soddisfare la domanda di milioni di visite in autunno, quando il Covid si sovrapporrà alle classiche malattie respiratorie.

“Non saranno milioni. Se le misure previste a scuola saranno rispettate (distanziamento, uso della mascherina) il rischio di trasmissione di virus e batteri è molto ridotto.

E mi aspetto quindi che l’incidenza di malattie respiratorie, come il raffreddore, e da virus influenzali, sarà inferiore proprio perché le difese and Covid-19 saranno efficaci per la prevenzione di altre infezioni.

Molte situazioni potranno essere gestite a domicilio senza che sia necessario recarsi dal pediatra”.

Sempre Villani tiene a chiarire che molti pediatri sono già pronti a lavorare in tutta sicurezza per prestare assistenza a piccoli pazienti che possono anche aver contratto il virus.

“Fa parte del nostro ruolo organizzarsi per poter accogliere piccoli pazienti bisognosi di semplici visite di controllo e quelli che invece possono aver preso il virus.

Le assicuro che molti miei colleghi sono già preparati a lavorare in piena sicurezza.

Non è pensabile che un medico non visiti accampando la scusa di rischi che lui stesso dovrebbe saper gestire”.

Fonte Adnkronos.

Foto Ansa.

Articoli correlati

OSPEDALE ARIANO: DOMANI RIAPRE L’OSTETRICIA

PRIMO OTTOBRE AUMENTO RECORD LUCE E GAS

Giuseppe Vincenzo Battista

DIRIGENTE ATRIPALDA VIETA ACCESSO PALESTRA

Giuseppe Vincenzo Battista

Questo sito utilizza sia Cookies tecnici (necessari al suo corretto funzionamento) che di profilazione propri o di terze parti (necessari al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti durante la navigazione).
La prosecuzione della navigazione o l'accesso a qualunque sezione del sito senza avere prima modificato le impostazioni relative ai Cookies varrà come accettazione implicita alla ricezione di Cookies dal presente sito.Per visionare l'informativa estesa clicca qui.

In mancanza di accettazione o eventuale rifiuto da parte dell'utente potrà comportare la mancata prestazione del servizio richiesto o la parziale visione dei contenuti previsti nel sito se tale accettazione è necessaria a tali fini.
Accetto Leggi di più