6.8 C
Comune di Avellino
24 Gennaio 2020
Ultima pubblicazione: 24 gennaio 2020 06:43:13
Impresa Diretta
Image default
Attualità

I GIOCHI DI PRESTIGIO DEL SINDACO DI AVELLINO

I giochi di prestigio del sindaco di Avellino.

L’anno vecchio è finito male e quello nuovo iniziato peggio!

La FPCGIL e la UIL FLP potrebbero ricorrere alla condotta antisindacale

Il sindaco del comune di Avellino continua a fare giochi di prestigio! 

Una volta prosegue nel solco tracciato dal commissario, una volta denuncia la scarsa disponibilità economica, una volta ha pronto un piano di riforme, ma dove sta il trucco?

Abbiamo concesso più di un semestre per dare alla nuova amministrazione la possibilità di orientarsi ed iniziare a produrre proprie idee, chiare e realizzabili.

Ebbene, hanno fatto venir meno anche quel poco di confronto sindacale che c’era. 

Reagiscono male ad ogni nostra osservazione, dimenticano di convocarci e se lo fanno, dimenticano di riceverci.

Siamo stati convocati per il giorno 13 gennaio u.s. alle ore 13.00 dal sindaco Gianluca Festa in uno al Segretario Generale Vincenzo Lissa, su nostra richiesta formale, per provare a ricostruire corrette relazioni sindacali a seguito perpetrati comportamenti non proprio ortodossi tenuti nelle riunioni.

Dopo circa un’ora di anticamera non siamo stati ricevuti.

Nessuna giustificazione in merito a tale indelicato atteggiamento.

Stigmatizziamo il comportamento tenuto dal Sindaco, offensivo nei riguardi delle organizzazioni sindacali e superficiale rispetto alle problematiche su cui si sta provando a discutere in questi ultimi mesi.

Lo diciamo a gran voce: non abdicheremo in favore di chi, con fare arrogante e irriguardoso, cerca di sminuire le nostre prerogative.

Non può essere la presunzione a definire il futuro percorso per la gestione dei servizi pubblici e la relativa organizzazione del personale in servizio.

Non faremo sconti a chi immagina di isolare le organizzazioni sindacali che esprimono la propria opinione in virtù delle prerogative conferite dalla legge e dal contratto, per poter meglio realizzare ciò che in maniera del tutto superficiale ha deciso di realizzare. 

Gli argomenti sono troppo importanti per lasciar correre.

Ancora non si sono definiti in maniera dettagliata e con essenziali provvedimenti formali, argomenti come le esternalizzazioni dei servizi; la macrostruttura dell’Ente; la previsione del fabbisogno di personale; contratto integrativo decentrato relativo agli istituti contrattuali che necessitano di tavolo negoziale con le parti sindacali.

Insomma, il sindaco pensa di riscrivere le regole che riguardano le relazioni sindacali secondo le sue logiche, noi, invece, riteniamo che le regole già esistenti vadano rispettate e se ciò non dovesse essere, come già non sta accadendo, ci rivolgeremo alle autorità competenti.

I  Segretari Generali

 Licia Morsa FPCGIL – Gaetano Venezia UILFLP

 

Articoli correlati

LUI’ E SOFI’. L’APPELLO DELLA BIMBA MALATA

LA POLIZIA DI STATO AL FIANCO DEGLI STUDENTI

ALLA CAMPANIA IL PRIMATO PER MORTI DI CANCRO

Questo sito utilizza sia Cookies tecnici (necessari al suo corretto funzionamento) che di profilazione propri o di terze parti (necessari al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti durante la navigazione).
La prosecuzione della navigazione o l'accesso a qualunque sezione del sito senza avere prima modificato le impostazioni relative ai Cookies varrà come accettazione implicita alla ricezione di Cookies dal presente sito.Per visionare l'informativa estesa clicca qui.

In mancanza di accettazione o eventuale rifiuto da parte dell'utente potrà comportare la mancata prestazione del servizio richiesto o la parziale visione dei contenuti previsti nel sito se tale accettazione è necessaria a tali fini.
Accetto Leggi di più