27.9 C
Comune di Avellino
10 Luglio 2020
Ultima pubblicazione: 10 luglio 2020 12:50:31
Impresa Diretta
Image default
Attualità

GALLERIE A RISCHIO ANCHE IN IRPINIA

Gallerie a rischio anche in Irpinia.

Sembra proprio che viaggiare in autostrada non sia poi tanto sicuro. 

Da quanto emerge da un dossier del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici organo tecnico del Ministero delle Infrastrutture sarebbero 200 le gallerie autostradali insicure, non a norma o a rischio crolli. 

Di queste 105 sono di competenza di Autostrade per l’Italia, 90 di altre società. 

Il documento inviato alla direzione del Mit, ad Aspi, ai Vigili del Fuoco e a tutti i Provveditorati dell’Opere Pubbliche, è il risultato delle indagini partite a seguito del crollo all’interno della galleria Berté. 

Come ben sappiamo lo scorso 30 dicembre nella galleria, situata sulla A26 nei pressi del comune di Masone, c’è stato un immane crollo, che ha fatto venire giù una quantità imprecisata di calcinacci. 

Come da consuetudine, in Italia, solo dopo il crollo è emerso che la galleria era stata segnalata dal Consiglio Superiore dei Lavori pubblici al Mit, ad Autostrade, al dipartimento dei Vigili del Fuoco e ai provveditorati alle Opere pubbliche perché a rischio crollo.

Fatta questa breve parentesi sul perché delle indagini passiamo nel vivo della questione. 

Le 200 gallerie “illegali” sembrerebbero non rispettare gli standard di sicurezza richiesti dall’Europa. 

Molte di esse sarebbero prive di sistemi di sicurezza, di corsie di emergenza, di vie di fuga, e soggette ad infiltrazioni di acqua. 

La direttiva Europea 54 del 2004 prevede che tutti i tunnel superiori a 500 metri debbano essere impermeabilizzati, dotati di corsie d’emergenza e via di fuga, di videosorveglianza, di luci guida in caso di evacuazione e di stanze a tenuta stagna. 

L’Italia avrebbe dovuto adeguarsi a tale direttiva entro aprile 2019, ma a quanto pare non l’ha fatto rischiando per tale ragione una procedura d’infrazione dall’Unione Europea. 

Per la sicurezza di tutti è importante sapere dove si trovano queste 200 strutture a rischio. 

La maggior parte di esse sono situate a nord del nostro paese, ma in questa chiamiamola classifica, poco piacevole, anche la Campania è messa bene con cinque gallerie fuori norma, di cui due si trovano ahimè nella nostra Irpinia. 

Andiamo nel dettaglio. 

Secondo il dossier la stragrande maggioranza delle gallerie fuorilegge si trovano in Liguria, tra l’A12, l’A10 e l’A26, poi ci sono, le gallerie dell’A1 nei pressi di Bologna e dell’A14 tra Ancona e Pescara. 

Al Sud le uniche a rischio sembrerebbero essere 5 e come abbiamo accennato si trovano in Campania, sono Piazza del Galdo, Santa Maria a Castello e Sant’Aniello, situate sull’A30 Caserta-Salerno e le gallerie Scampitella, tra Grottaminarda, Vallata e Montemiletto, entrambe presenti sull’A16 Napoli-Canosa. 

Per un colosso come Autostrade questa è l’ennesima batosta, potrebbe infatti essere travolta da un ennesimo ciclone giudiziario, dopo quello per il crollo del ponte Morandi. 

Dopo la diffusione della notizia, che è comparsa anche sulle pagine di alcune tra le più importanti testate giornalistiche nazionali sono arrivate le prime dichiarazioni da parte di Autostrade. 

“Gli adeguamenti previsti dalla direttiva Ue consistono nell’installazione di sistemi idrici, nella realizzazione di canali di scolo a bordo carreggiata, nell’illuminazione di aree di evacuazione, nell’implementazione di canali radio.

Sulla rete Aspi”, continua la società, “l’adeguamento di tali impianti è in corso, o in alcuni casi già concluso, in oltre il 90% delle gallerie interessate. 

Nel restante 10% i lavori sono in corso di aggiudicazione”. 

Articoli correlati

ATRIPALDA, UNA CITTA’ AL CAPOLINEA

Giuseppe Vincenzo Battista

NUOVI POSITIVI AL COVID-19 IN IRPINIA

COVID-19, 27 POSITIVI IN CAMPANIA

Giuseppe Vincenzo Battista

Questo sito utilizza sia Cookies tecnici (necessari al suo corretto funzionamento) che di profilazione propri o di terze parti (necessari al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti durante la navigazione).
La prosecuzione della navigazione o l'accesso a qualunque sezione del sito senza avere prima modificato le impostazioni relative ai Cookies varrà come accettazione implicita alla ricezione di Cookies dal presente sito.Per visionare l'informativa estesa clicca qui.

In mancanza di accettazione o eventuale rifiuto da parte dell'utente potrà comportare la mancata prestazione del servizio richiesto o la parziale visione dei contenuti previsti nel sito se tale accettazione è necessaria a tali fini.
Accetto Leggi di più