15.8 C
Avellino
12 Novembre 2019
Ultima pubblicazione: 12 novembre 2019 19:10:57
Impresa Diretta
Image default
Cultura

ANTONIO COPPOLA, NOBILE ARTISTA

Domenica 27 ottobre alle ore 18.00, presso il salone del Circolo della Stampa di Avellino (Prefettura), sito in Corso Vittorio Emanuele al civico 6, si tiene il convegno di Storia dell’Arte “ANTONIO COPPOLA UN NOBILE ARTISTA”.

L’evento culturale è promosso dal Circolo culturale degli “Amici del MdAO”, con la collaborazione dell’Associazione Culturale ACO e del MdAO – Art Museum.

Intervengono: Prof. Angelo Cutolo, Maestro Francesco Roselli, Dott. Antonio Carpentieri, Don Gerardo Capaldo, Avv. Conte Francesco Paolo Coppola.

Relaziona il Dott. Pasquale Luca Nacca (gruppo FB Artisti Irpini) sul tema gli “Biografia di un nobile artista”.

Concluderà il Prof. Stefano Orga (critico d’arte) con una relazione sul tema “L’arte del conte Antonio Coppola”.

La presentazione è moderata dalla Dott.ssa Stefania Marotti (giornalista).

In occasione dell’evento culturale, sarà presentato il dipinto di Antonio Coppola (1839-1923) “Golfo di Napoli pescatori” del 1876, gentilmente concessoci per il convegno.

Biografia

Antonio Coppola nacque a Napoli il 24 gennaio1839 dal conte Filippo Coppola e da Giuseppa Baccari. Sin dalla tenera età fu attratto dal disegno e dall’arte manifestando delle spiccate qualità. Tanto che il padre lo iscrisse al Regio Istituto di belle Arti di Napoli.

Terminati gli studi, Antonio Coppola si sposò l’8 gennaio 1864 con Giuseppa Cirillo, da questo matrimonio nacquero due figlie Anna e Francesca.

Visse due anni in Grecia, poi si trasferì a Bari ed infine tornò a Napoli.

Antonio Coppola divenne noto nella Napoli artistica ed aristocratica per la sua eleganza ed eccentricità.

Nel 1883 partecipò a Roma all’Esposizione Nazionale, a Firenze a quella della Promotrice di Belle Arti, e infine alla Promotrice di Belle Arti “Savator Rosa” di Napoli.

Il conte Antonio Coppola morì a Napoli il 27 novembre del 1923 e fu sepolto al Cimitero di Poggioreale nella cappella degli Accademici delle Belle Arti.

Articoli correlati

CINEMA E ARTE ALLA CHIESA DI COSTANTINOPOLI

Giuseppe Vincenzo Battista

ATRIPALDA CELEBRA “L’INFINITO” DI LEOPARDI

DUE IRPINI ALLA MOSTRA INTERNAZIONALE

Giuseppe Vincenzo Battista

Questo sito utilizza sia Cookies tecnici (necessari al suo corretto funzionamento) che di profilazione propri o di terze parti (necessari al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti durante la navigazione).
La prosecuzione della navigazione o l'accesso a qualunque sezione del sito senza avere prima modificato le impostazioni relative ai Cookies varrà come accettazione implicita alla ricezione di Cookies dal presente sito.Per visionare l'informativa estesa clicca qui.

In mancanza di accettazione o eventuale rifiuto da parte dell'utente potrà comportare la mancata prestazione del servizio richiesto o la parziale visione dei contenuti previsti nel sito se tale accettazione è necessaria a tali fini.
Accetto Leggi di più