14.3 C
Comune di Avellino
1 Novembre 2020
Ultima pubblicazione: 31 ottobre 2020 17:27:37
Impresa Diretta
Image default
Attualità

TORNA L’ORA SOLARE, SARA’ L’ULTIMA VOLTA?

Torna l’ora solare, sarà l’ultima volta?

Siamo ormai nel vivo della stagione autunnale, le giornate si stanno accorciando sempre di più e fra una settimana, si passerà dall’ora legale a quella solare. 

Nella notte tra sabato 24 e domenica 25 ottobre, le lancette torneranno indietro di sessanta minuti. 

Lo spostamento avverrà alle 3:00 del mattino, quando le lancette dovranno essere spostate sulle 2:00. 

Dormiremo un’ora in più e perderemo un’ora di luce al pomeriggio, riguadagnandola però al mattino. 

L’ora solare resterà in vigore fino all’ultimo weekend del mese di marzo (tra sabato 27 e domenica 28 marzo 2021) quando torneremo a spostare in avanti le lancette e torneremo per l’estate all’ora legale. 

Sarà l’ultima volta? 

Nel 2021 dovrebbe arrivare una decisione definitiva sull’ipotesi, avanzata nel 2018, di abolire definitivamente il cambio dell’ora, quando quasi cinque milioni di cittadini dell’Unione Europea hanno risposto a una consultazione, promossa a tale scopo dai Paesi nord-europei, capeggiati da Polonia e Finlandia. 

A esprimersi favorevolmente è stato il 76% dei votanti. 

Nella discussione che è seguita alla Commissione Europea non si è raggiunta una decisione univoca che accontentasse tutti i Paesi membri. 

Così si è lasciata ai singoli Paesi membri la libertà di scegliere se mantenere il passaggio dall’ora legale alla solare oppure avere l’ora legale tutto l’anno.

 Gli Stati hanno tempo per decidere fino ad aprile 2021, con molta probabilità alla fine, si arriverà ad una decisione a blocchi in cui i paesi dell’Europa Meridionale potrebbero tenere l’ora legale per tutto l’anno mentre i paesi del Nord opterebbero per quella solare. 

E l’Italia? 

Il nostro Paese ha di fatto chiesto di non decidere. 

Il Governo Conte pare abbia fatto richiesta formale a Bruxelles per lasciare le cose come stanno, ovvero sei mesi con l’ora solare e altri sei con l’ora legale, esattamente come da 54 anni a questa parte. 

Differenza tra ora solare e ora legale. 

L’ora solare è l’orario “naturale”, stabilito dal movimento apparente del Sole nel cielo. 

Essa è stabilita prendendo come punto di riferimento il momento in cui il sole raggiunge il punto più alto della sua traiettoria nel cielo, in quel momento è mezzogiorno. 

Usata, da ogni Paese, nei mesi in cui non viene applicato il cambio dell’ora, essa coincide con quella del fuso orario di riferimento, ed è per questo diversa per ogni punto del pianeta. 

L’ora legale, invece, è una convenzione, studiata a tavolino dagli uomini, con lo scopo di sfruttare al meglio le ore di luce durante il periodo estivo.

Per questa ragione, in Inghilterra si parla di DST (Daylight saving time), ovvero orario di risparmio della luce diurna. 

Tra marzo e ottobre, infatti ci sono più ore di luce, dato che il sole sorge prima e tramonta più tardi. 

Tale convenzione, nacque dall’esigenza di consumare meno energia, in un momento storico, il Primo Conflitto Mondiale, dove era fondamentale consumare il meno risorse possibili. 

Fu il britannico William Willett, a proporre alla Camera dei Comuni di spostare le lancette avanti di un’ora in estate per risparmiare energia. 

In realtà già nell’ottocento erano state avanzate in altri contesti proposte del genere ma non avevano trovato applicazione. 

Vantaggi e svantaggi dell’ora legale. 

L’ora legale permette un grossissimo risparmio di energia elettrica. 

Studi compiuti, ad esempio, dell’Enea (Agenzia Nazionale per le nuove tecnologie, energia e ambiente), hanno dimostrato che dal 2004 e il 2017 l’ora legale e il suo “cambio” due volte l’anno, ha permesso di risparmiare alle tasche degli italiani la bellezza di 1 miliardo e 435 milioni di euro complessivo. 

Anche se di contro c’è chi sostiene che ormai il risparmio non è così ingente. 

L’ora legale costituisce un vantaggio soprattutto per i paesi del Sud Europa. 

Nel Nord Europa, invece, le giornate durante il periodo estivo sono già molto lunghe a causa della vicinanza al Polo Nord. 

In Finlandia, ad esempio, nei giorni più lunghi, il sole sorge prima delle quattro del mattino e tramonta quasi alle 23.00. 

L’ora guadagnata quindi non serve né per avere più luce alla sera né per risparmiare energia. 

Vantaggi e svantaggi dell’ora solare. 

L’ora solare, nonostante ci faccia perdere un’ora di luce alla sera, è vantaggiosa nel periodo invernale. 

Quando, il sole sorge più tardi, facendoci recuperare un’ora di luce al mattino. 

Effetti del cambio d’ora sull’uomo. 

L’unico svantaggio del passaggio dall’ora legale alla solare e viceversa, potrebbe essere il manifestarsi di sbalzi d’umore e di insonnia. 

Ma tali disturbi lasciano il tempo che trovano, visto che si potrebbero manifestare solo nei primissimi giorni successivi al cambio. 

Articoli correlati

NUOVA ORDINANZA N°86 DELLA REGIONE CAMPANIA

Giuseppe Vincenzo Battista

AD ASSO API ROMA IL FARMER MARKET DI ATRIPALDA

Giuseppe Vincenzo Battista

ORARI VISITA CIMITERO ATRIPALDA 1 E 2 NOVEMBRE

Giuseppe Vincenzo Battista

Questo sito utilizza sia Cookies tecnici (necessari al suo corretto funzionamento) che di profilazione propri o di terze parti (necessari al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti durante la navigazione).
La prosecuzione della navigazione o l'accesso a qualunque sezione del sito senza avere prima modificato le impostazioni relative ai Cookies varrà come accettazione implicita alla ricezione di Cookies dal presente sito.Per visionare l'informativa estesa clicca qui.

In mancanza di accettazione o eventuale rifiuto da parte dell'utente potrà comportare la mancata prestazione del servizio richiesto o la parziale visione dei contenuti previsti nel sito se tale accettazione è necessaria a tali fini.
Accetto Leggi di più