1 Giugno 2020
Ultima pubblicazione: 01 maggio 2020 22:14:48
Impresa Diretta
Image default
Politica

EMERGENZA COVID, NOTA DI “NOI ATRIPALDA”

Con la presente nota ci preme, ancora una volta, apprezzare il notevole e lodevole lavoro (di donne e uomini) operatori della Protezione Civile di Atripalda, impegnati quotidianamente nella gestione dell’emergenza e coadiuvati anche dai volontari dell’associazione “IDEA Atripalda”. 

Non possiamo, tuttavia, non raccogliere le preoccupazioni, apparse sui social, circa la corretta distribuzione di una parte delle derrate alimentari, donate al Comune da aziende private. 

A tal proposto inoltriamo all’Amministrazione i quesiti posti da numerosi concittadini. 

  • Quali sono i criteri di individuazione dei soggetti beneficiari dei pacchi alimentari?
  • Come mai si leggono post social di ringraziamenti ad personam, rivolti al singolo assessore? 
  • Chi sta distribuendo, oltre alla Protezione Civile, i pacchi alimentari, visto che ci segnalano la presenza di figure non meglio identificate? 
  • Come mai l’e-mail del Comune, dedicata alla ricezione delle domande di assegnazione “buoni spesa”, è andata in tilt a distanza di poche ore dall’apertura dei termini, respingendo le richieste dei cittadini e, per lo più senza alcun avviso dell’amministrazione tale da evitare che qualcuno, ignaro, resti tagliato fuori? 
  • Come mai l’avviso relativo al progetto “Andrà tutto bene”, sottoscritto dal Sindaco e Assessore alle politiche sociali, è stato pubblicato il 1° aprile quando i fondi erano già esauriti? Sarà un “pesce d’aprile”?

Auspichiamo che gli amministratori, anzichè preoccuparsi di posare a mo’ di “selfiesti” accanto alle donazioni ricevute dal Comune dagli operatori economici privati, assicurino la massima trasparenza nella distribuzione e celerità nella individuazione degli aventi diritto (relativamente al bando “buoni spesa” in imminente scadenza).

A tal proposito confidiamo nella delegata alla Protezione Civile, affinchè, insieme al Sindaco, coordini le attività di distribuzione delle derrate alimentari e dei buoni spesa, vista la specifica attinenza della sua delega. 

Ci preme evidenziare la nostra contrarietà a qualunque forma di azione volta allo sfruttamento del bene pubblico per soli scopi propagandistici personali. Cosa diversa sarebbe operare per soddisfare esigenze della comunità mettondo mano al proprio portafoglio! 

Rassicuriamo tutti i cittadini che, così come previsto dal nostro ruolo di consiglieri comunali, verificheremo con puntualità, l’applicazione dei criteri per l’assegnazione dei “buoni spesa”.

Articoli correlati

PD PRENDE DISTANZE DAL SINDACO DI AVELLINO

Giuseppe Vincenzo Battista

DE LUCA: “ASSISTENTI CIVICI SPIRITUALI”. VIDEO

DALLE 22 NIENTE ASPORTO BEVANDE ALCOLICHE

Questo sito utilizza sia Cookies tecnici (necessari al suo corretto funzionamento) che di profilazione propri o di terze parti (necessari al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti durante la navigazione).
La prosecuzione della navigazione o l'accesso a qualunque sezione del sito senza avere prima modificato le impostazioni relative ai Cookies varrà come accettazione implicita alla ricezione di Cookies dal presente sito.Per visionare l'informativa estesa clicca qui.

In mancanza di accettazione o eventuale rifiuto da parte dell'utente potrà comportare la mancata prestazione del servizio richiesto o la parziale visione dei contenuti previsti nel sito se tale accettazione è necessaria a tali fini.
Accetto Leggi di più