10.7 C
Comune di Avellino
1 Marzo 2021
Ultima pubblicazione: 01 marzo 2021 21:43:27
Impresa Diretta
Image default
Attualità Dal mondo

CAPODANNO, LE TRADIZIONI PIU’ STRANE

Il 2021 è ormai alle porte e tutti sperano e sono in attesa di un anno migliore.

Intanto, domani è l’ultimo dell’anno, ma anche se non si potrà festeggiare come di consueto, i festeggiamenti tradizionali saranno sicuramente tutti presenti: dal cibo, al conto alla rovescia in televisione, alle stelline accese sui balconi e sulle finestre. 

Ogni Paese del mondo, in ogni caso, ha il suo modo di festeggiare il Capodanno ed alcuni lo fanno in modi davvero particolari. 

Molte usanze sono legate al cibo. Se in Italia siamo abituati a mangiare le lenticchie, simbolo di prosperità, in Spagna è tradizione mangiare dodici chicchi d’uva nei didici secondi precedenti alla mezzanotte.

In questo modo i successivi mesi dell’anno saranno caratterizzati da ricchezza e felicità.

In Perù e in Colombia a presagire le possibili grazie e disgrazie dell’anno che arriva è una patata: si usa mettere tre patate, una con la buccia, una sbucciata a metà e una completamente pelata, sotto il divano o il letto e pescarne una alla cieca, allo scoccare della mezzanotte.

Quella con la buccia presagisce un anno di abbondanza, quella pelata di ristrettezze, quella metà e metà una via di mezzo.

Per invocare la fortuna, in Irlanda si bussa sui muri di casa con delle pagnotte; mentre in Danimarca si lanciano vecchi piatti e bicchieri contro la propria porta o quella di parenti e amici, per allontanare gli spiriti malvagi e appena rintocca la mezzanotte si salta giù dalla sedia come rituale scaramantico.

In molti paesi caraibici, anche grazie al clima favorevole, nel periodo tra Natale e Capodanno le strade si animano di musica e colori con le parate composte da migliaia di persone, che indossando dei costumi sgargianti, sfilano nelle città. 

In Siberia, uno dei Paesi più freddi al mondo, le calorie del cenone di Capodanno le si smaltisce la sera stessa: a mezzanotte, infatti, la tradizione vuole che i più coraggiosi saltino nei laghi ghiacciati in sella ad un tronco d’albero.

Quella del primo bagno dell’anno, è una tradizione che esiste anche in altre parti del mondo: a New York il primo tuffo si fa a Coney Island, dove la Polar Bear Club’s Swim ogni anno da più di un secolo raduna migliaia di coraggiosi da tutto il mondo che si tuffano nell’oceano Atlantico, ma non prima di aver soffiato dentro una conchiglia.

Dopo aver bevuto una quantità considerevole di birra, i finlandesi bruciano in parte le lattine, facendole deformare con il calore.

La combustione viene dunque arrestata gettando i frammenti in acqua fredda e, a secondo della forma assunta dalla lattina, viene predetto il futuro.

Alcune di queste tradizioni sono davvero strambe ma, per un po’ di fortuna in più, non sarebbe male sperimentarne qualcuna a casa propria; ed anche se non si è scaramantici, nulla toglie il divertimento di scoprire e provare cose nuove insieme ai propri cari, tra un bicchiere di spumante ed un piatto lanciato contro la porta. 

Articoli correlati

VACCINI ATRIPALDA, SI PARTE FORSE TRA IL 6 E L’8 MARZO

IRPINIA: A GIORNI ATTIVI ALTRI CENTRI VACCINALI

NUOVA ORDINANZA DELLA REGIONE CAMPANIA

Giuseppe Vincenzo Battista

Questo sito utilizza sia Cookies tecnici (necessari al suo corretto funzionamento) che di profilazione propri o di terze parti (necessari al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti durante la navigazione).
La prosecuzione della navigazione o l'accesso a qualunque sezione del sito senza avere prima modificato le impostazioni relative ai Cookies varrà come accettazione implicita alla ricezione di Cookies dal presente sito.Per visionare l'informativa estesa clicca qui.

In mancanza di accettazione o eventuale rifiuto da parte dell'utente potrà comportare la mancata prestazione del servizio richiesto o la parziale visione dei contenuti previsti nel sito se tale accettazione è necessaria a tali fini.
Accetto Leggi di più