17 C
Comune di Avellino
27 Settembre 2020
Ultima pubblicazione: 27 settembre 2020 18:03:30
Impresa Diretta
Image default
Attualità

ALCOLOCK, SE HAI BEVUTO IL VEICOLO NON PARTE

Alcolock, se hai bevuto il veicolo non parte.

Tra qualche anno tra i cosiddetti sistemi di assistenza alla guida, l’alcolock diventerà obbligatorio. 

È stato infatti approvato dal Parlamento Europeo l’annunciato pacchetto di misure a favore di una maggiore sicurezza sulle strade. 

Il provvedimento nasce dall’esigenza di contenere il numero di incidenti stradali causati da guida in stato di ebbrezza. 

Che cos’è l’alcolock. 

L’alcolock è un dispositivo elettronico che impedisce l’accensione del motore in caso di superamento dei limiti del tasso alcolemico previsto per legge.

In Italia la soglia è di 0,5g/litro. 

In pratica il sistema fa sì che l’accensione del veicolo sia vincolata al superamento dell’alcoltest. 

Prima di poter accendere il veicolo il conducente deve necessariamente soffiare all’interno di un apposito strumento, molto simile a quello adoperato da polizia e carabinieri, e solo in caso di superamento del test gli sarà possibile procedere all’accensione e mettersi in marcia. 

In caso contrario, il motore resterà spento. 

Obbligo di installare il dispositivo. 

L’installazione dell’alcolock diventerà obbligatorio, per tulle le auto di nuova immatricolazione, a partire dal 2022. 

Ma in molti paesi europei è già stato adottato o lo sarà a breve. 

La Svezia è stata la prima nazione ad adottare, volontariamente, l’obbligo dell’alcolock sui veicoli per il trasporto pubblico, al quale ha aggiunto l’obbligo di riabilitazione per chi viene sorpreso a bere al volante. 

Anche in Finlandia, come in Svezia vige l’obbligo dell’alcolock sugli scuolabus e sui veicoli commerciali. 

Mentre in Polonia, Danimarca, Austria, Belgio, Francia, Regno Unito e Portogallo l’alcolock è obbligatorio per tutti i mezzi commerciali pesanti. 

A questi si è aggiunta, quest’anno, anche la Lituania che ne ha sancito l’obbligo per i veicoli commerciali. 

L’Irlanda, la Lettonia, l’Estonia, la Germania, la Slovenia, e la Spagna stanno definendo le norme per la sua introduzione. 

A questo punto viene da chiedersi e l’Italia? 

Il nostro paese si trova in quella che potremmo definire una fase sperimentale dell’obbligo. 

La bozza dell’articolo 72-bis, che ne sancirà l’obbligo, cita testualmente:

“Gli autoveicoli e i motoveicoli di nuova costruzione debbono essere dotati di apposito dispositivo in grado di misurare il tasso alcolemico del conducente.

Il tutto serve per  impedire l’accensione del motore del veicolo nei casi in cui dalla rilevazione risulti un tasso alcolemico pari al valore minimo di quello di cui all’articolo 186 comma 2, lettera a. 

Gli autoveicoli privi del dispositivo di cui al comma 1 non possono essere immatricolati ai sensi dell’articolo 93, comma 2. 

Le caratteristiche tecnico-costruttive e funzionali del dispositivo di cui all’articolo 72-bis, comma 1, del Codice della Strada, sono definite con decreto del Ministero delle infrastrutture e dei Trasporti, da emanare entro 90 giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge. 

L’obbligo di cui al comma 1 del presente articolo, decorre dal 1° gennaio 2021”. 

Con molta probabilità l’obbligo nel nostro paese scatterà il prossimo 1°gennaio, ma volendo è possibile comunque installare volontariamente il dispositivo. 

Ad incentivarne l’istallazione volontaria sono numerose compagnie assicurative che in presenza di alcolock a bordo attuano uno sconto sulla polizza. 

L’alcolock sarà l’unico sistema di assistenza alla guida obbligatorio? 

Il pacchetto di misure di sicurezza approvato dal Parlamento Europeo prevede oltre all’alcolock l’obbligo di altri dispositivi di sicurezza. 

Tra questi c’è il sistema di sorveglianza del grado di stanchezza del conducente, il sistema di adattamento intelligente della velocità, ovvero un software che avvisa il conducente in caso vengano superati i limiti di velocità attraverso una vibrazione sul pedale dell’acceleratore. 

Inoltre saranno obbligatorie anche la telecamera posteriore, il monitoraggio della pressione degli pneumatici, la scatola nera e le luci di stop adattive. 

Articoli correlati

NUOVA ORDINANZA DELLA REGIONE CAMPANIA

RIPULITE SCRITTE ALLA DE AMICIS.MUSTO:“INTOLLERABILE”

CAOS SCUOLE ATRIPALDA, CONSIGLIERI SCRIVONO ALLE AUTORITA’

Giuseppe Vincenzo Battista

Questo sito utilizza sia Cookies tecnici (necessari al suo corretto funzionamento) che di profilazione propri o di terze parti (necessari al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti durante la navigazione).
La prosecuzione della navigazione o l'accesso a qualunque sezione del sito senza avere prima modificato le impostazioni relative ai Cookies varrà come accettazione implicita alla ricezione di Cookies dal presente sito.Per visionare l'informativa estesa clicca qui.

In mancanza di accettazione o eventuale rifiuto da parte dell'utente potrà comportare la mancata prestazione del servizio richiesto o la parziale visione dei contenuti previsti nel sito se tale accettazione è necessaria a tali fini.
Accetto Leggi di più