13.6 C
Comune di Avellino
25 Febbraio 2020
Ultima pubblicazione: 25 febbraio 2020 08:25:42
Impresa Diretta
Image default
Eventi & costumi

27 GENNAIO, LA GIORNATA DELLA MEMORIA

Nel mondo ogni anno, il 27 gennaio, si celebra la Giornata della Memoria, ricorrenza durante la quale vengono ricordate le vittime dell’Olocausto della Shoah. 

La giornata, riconosciuta ufficialmente da una risoluzione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite il 1° novembre 2005, ha lo scopo non solo di commemorare le vittime, ma vuole, attraverso la memoria, evitare che eventi del genere possano ripetersi. 

Perché il 27 gennaio?

Proprio in questa data, ben 75 anni fa, i soldati sovietici entrarono ad Auschwitz e rivelarono compiutamente al mondo l’orrore del genocidio nazista. 

Nel 2000, l’Italia ha formalmente istituito la Giornata della Memoria scegliendo lo stesso giorno, il 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz. 

Sono vent’anni che la Repubblica Italiana, attraverso gli articoli 1 e 2 della legge n. 211 del 20 luglio 2000, riconosce tale giorno, come Giorno della Memoria, al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte.

Per ricordare coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, rischiando la propria vita, salvando altre vite e proteggendo i perseguitati.

Ogni 27 gennaio, in Italia, come un po’ in tutto il resto del mondo, vengono organizzati degli eventi volti a ricordare quest’immane crimine che l’uomo ha compiuto contro l’umanità. 

La Giornata della Memoria ad Avellino.

Anche Avellino si prepara a celebrare questa giornata così importante, tra letture, tour urbano, musica, proiezioni tematiche e narrazioni storiche. 

Il Museo Irpino ha dato vita ad una kermesse di eventi che si terrà dal 25 al 31 gennaio prossimo. 

Essa nasce con lo scopo di ricordare non solo il Giorno della Memoria, ma anche le conseguenze che il Secondo Conflitto Mondiale ebbe sul capoluogo irpino. 

In modo particolare i diversi bombardamenti del 1943, di cui la città fu vittima. 

Gli appuntamenti da non perdere.

Si incomincia sabato 25, alle ore 16.00, con “Letture ad alta voce”, presso la Biblioteca Ragazzi, dove a farla da padrona saranno le immagini, che si adattano ovviamente anche ad un pubblico non adulto. 

Si proseguirà alle ore 16.45 con “Museo in tour – La città del ’43”. 

Un viaggio itinerante tra le strade della città, passando attraverso le zone più duramente colpite dai bombardamenti. 

Il tour avrà inizio in Piazza Libertà e finirà presso il Carcere Borbonico, dove, alle 18.00 ci sarà la proiezione del celebre film “Storia di una ladra di Libri”. 

Film che vede come protagonista una bambina di soli 9 anni, Liesel, che trova nei libri un riparo dagli orrori della guerra. 

Dal 27 al 30 gennaio, invece, sarà la volta de “Il cinema della Memoria”, un evento ideato per i ragazzi, a cui prenderanno parte gli studenti delle scuole superiori della città. 

Ad ospitare l’evento sarà la Sala Penta della Biblioteca Provinciale e la Sala Rossa del Carcere Borbonico. 

Il 31 gennaio sarà, invece, la volta de “Il Liceo Musicale D’Aquino di Montella incontra Terezin. Il Ricordo”. 

In quest’occasione, nella Sala Blu del Carcere Borbonico, ci sarà, alle ore 11.00, la proiezione del video “Il suono della Memoria”, premiato durante il concorso regionale, che verrà accompagnato da un’orchestra di trenta studenti che intoneranno note dei musicisti internati nei campi di concentramento. 

Affinché tutte queste celebrazioni abbiano un senso, dovremmo fare di ogni singolo giorno un Giorno della Memoria, e lo possiamo fare partendo da piccoli gesti quotidiani. 

Articoli correlati

CARNEVALE PRATOLANO 2020

Giuseppe Vincenzo Battista

A MERCOGLIANO IL CARNEVALE PRINCEPS IRPINO

DAL 21 FEBBRAIO IL CARNEVALE DI MONTEMARANO

Questo sito utilizza sia Cookies tecnici (necessari al suo corretto funzionamento) che di profilazione propri o di terze parti (necessari al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti durante la navigazione).
La prosecuzione della navigazione o l'accesso a qualunque sezione del sito senza avere prima modificato le impostazioni relative ai Cookies varrà come accettazione implicita alla ricezione di Cookies dal presente sito.Per visionare l'informativa estesa clicca qui.

In mancanza di accettazione o eventuale rifiuto da parte dell'utente potrà comportare la mancata prestazione del servizio richiesto o la parziale visione dei contenuti previsti nel sito se tale accettazione è necessaria a tali fini.
Accetto Leggi di più