10.7 C
Comune di Avellino
1 Marzo 2021
Ultima pubblicazione: 01 marzo 2021 21:43:27
Impresa Diretta
Image default
Salute

VACCINI: LE UNICHE CERTEZZE, I DUBBI!

Quando si parla  di farmaci (il vaccino è un farmaco) e del loro utilizzo si fa riferimento sempre al rapporto rischio/beneficio. Si valuta l’efficacia, si valuta la sicurezza, quindi il beneficio del farmaco.

Non abbiamo farmaci perfetti. Il farmaco efficace e ben tollerato è ovviamente il preferito.

Un farmaco prima di essere messo in commercio può impiegare anche 10 anni, dalla individuazione di una molecola alla sua commercializzazione, come farmaco efficace e ben tollerato, anche perché tante molecole vengono scartate.

Per questo motivo mi sono chiesto:”Il vaccino ad mRNA contro il Covid-19 è un farmaco, è stato messo su in meno di 8 mesi. Non dico di arrivare a 10 anni, ma ad almeno 2 – 3 anni, minimo!

E’ vero che le tecnologie sono migliorate con gli anni, ma ci sono dei tempi tecnici di studio su volontari che non possono essere accorciati.

Man mano che studiavo il Riassunto delle Caratteristiche del Farmaco (il vaccino), più cose non mi convincevano.

L’Agenzia Europea sui Medicinali ha fatto presente che “per confermare l’efficacia e la sicurezza di Comirnaty ( il nome commerciale del vaccino), il titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio deve fornire la relazione finale sullo studio clinico relativa allo studio C4591001 randomizzato, controllato verso placebo, in cieco per l’osservatore.

Dicembre 2023”. Questa è la data in cui deve terminare lo studio in atto sui volontari!!! Già questo basterebbe per dire: ”Scusate che cos’è questa fretta?

Su 18.198 pazienti arruolati, ad oggi, come risulta dall’allegato riguardante il Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto, ne sono stati monitorati appena 2.214!!!

Fretta, poi, su un vaccino totalmente nuovo nel suo meccanismo d’azione rispetto a quelli classici come Varicella, Poliomelite, Morbillo, Pertosse, Epatite B, ecc…..! 

Non dimentichiamo un’altra cosa: questo virus muta facilmente. Quindi saremo sempre a rincorrere.

Ecco perché ci vuole calma e pazienza per mettere a punto la soluzione migliore perchè, a differenza di quello che ci vogliono far credere, non siamo in una situazione di emergenza!

Non dimentichiamo che abbiamo comunque una serie di farmaci validi per curare l’infezione, a seconda della sintomatologia!

Abbiamo anche il plasma iperimmune, che utilizzando gli anticorpi dei guariti può fungere da vaccino temporaneo, in attesa di un vaccino più studiato.

Per vostra opportuna conoscenza e per avere un’informazione più completa vi riporto le reazioni avverse del Vaccino ad mRNA contro il Covid-19 e la sua efficacia.

Le reazioni avverse vanno da molto comune (≥1/10) — comune (≥1/100) — non comune (≥1/1.000) — raro (≥1/10.000) — non nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili).

Tra i molto comune troviamo Cefalea – Artralgia – Mialgia – Dolore in sede di inezione – Stanchezza – Brividi – Piressia – Tumefazione in sede di iniezione. 

Comune: Nausea – Arrossamenti in sede di iniezione.  

Non comune: Linfoadenopatia – Insonnia – Dolore ad un arto – Malessere – Prurito in sede di iniezione.

Raro: Paresi facciale periferica acuta. Se ne sono avute 4: una dopo 37 giorni la prima dose. Le altre 3 dopo 3-9-48 giorni la seconda dose. Quindi anche in là nel tempo!!!

Non nota: (cioè la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili) e riguarda i disturbi del Sistema Immunitario: Anafilassi – Ipersensibilità.

Sempre sulle Caratteristiche del Prodotto vi riporto quanto segue e mi lascia attonito ciò che non è stato ancora studiato su questo vaccino:

1) La durata della protezione offerta dal vaccino non è nota; sono tuttora in corso studi clinici volti a stabilirla.

2) La vaccinazione con Comirnaty potrebbe non proteggere tutti coloro che lo ricevono.

3) I dati relativi all’uso di Comirnaty in donne in gravidanza sono in numero limitato.

4) Non sono disponibili dati su Comirnaty relativi al trasferimento placentare o all’escrezione nel latte materno del vaccino.

Se è in corso una gravidanza, se sospetta o sta pianificando una gravidanza o se sta allattando con latte materno chieda consiglio al medico o al farmacista prima di ricevere questo vaccino.

Cioè il medico od il farmacista dovrebbero prendersi la responsabilità di dare il vaccino, ad una donna in gravidanza, laddove il foglietto illustrativo non indica cosa fare??? 

5) Non sono stati condotti studi di genotossicità o sul potenziale cancerogeno.

6) Non sono disponibili dati su Comirnaty relativi al trasferimento placentare o all’escrezione nel latte materno del vaccino.

7) Interazioni con altri medicinali ed altre forme d’interazione: Non sono stati effettuati studi d’interazione.

8) La somministrazione concomitante di Comirnaty con altri vaccini non è stata studiata. 

Sentite poi una delle tante cose che dice l’AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco):

1) Una porzione di vaccinati non svilupperà la difesa immunitaria.

2) Non sappiamo se la vaccinazione impedisce il trasmettersi dell’infezione.

Ecco perché essere vaccinati non conferisce un “certificato di Libertà” (Sì, avete letto bene: libertà’…) ed occorre continuare ad adottare comportamenti corretti e misure di contenimento del rischio di infezione!!!

Credo che basti ed avanzi, per il momento, per dire no!

 

Articoli correlati

VACCINAZIONI IRPINIA, SOMMINISTRATE OGGI 1112 DOSI

IRPINIA, SOMMINISTRATE OGGI 1137 DOSI DI VACCINO

ALAIA: “NECESSARI PIU’ PUNTI VACCINALI IN IRPINIA”

Giuseppe Vincenzo Battista

Questo sito utilizza sia Cookies tecnici (necessari al suo corretto funzionamento) che di profilazione propri o di terze parti (necessari al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti durante la navigazione).
La prosecuzione della navigazione o l'accesso a qualunque sezione del sito senza avere prima modificato le impostazioni relative ai Cookies varrà come accettazione implicita alla ricezione di Cookies dal presente sito.Per visionare l'informativa estesa clicca qui.

In mancanza di accettazione o eventuale rifiuto da parte dell'utente potrà comportare la mancata prestazione del servizio richiesto o la parziale visione dei contenuti previsti nel sito se tale accettazione è necessaria a tali fini.
Accetto Leggi di più