15.6 C
Comune di Avellino
27 Settembre 2020
Ultima pubblicazione: 27 settembre 2020 18:03:30
Impresa Diretta
Image default
Salute

NON HO PIÙ L’ETÀ PER LA PMA

Da anni sentiamo ripeterci, da più parti, che l’età massima per avere accesso alla procreazione medicalmente assistita è 45 anni. Ma, in realtà, la legge 40, che disciplina la fecondazione assistita, non ha fissato un limite d’età esplicito.

Nel testo della legge si dice solo che la donna deve essere in “età potenzialmente fertile”. Anche se, a ben vedere, il “fattore-tempo” incide anche sugli uomini, sia pure in misura ridotta rispetto alle donne.

Quindi anche le indicazioni, desumibili dalla Conferenza delle Regioni, circa l’età di 43 anni, sia per le tecniche omologhe che eterologhe, sono da considerarsi approssimative e talvolta fuorvianti. Ogni Regione rimane, per legge, competente a determinarne gli ambiti di applicazione e si auto-regolamenta con limiti d’età diversi. Infatti, ad esempio in Veneto, si arriva a fissare un limite di 50 anni per l’accesso al servizio.

L’ETÀ PER LA PMA IN CAMPANIA.

Nella regione dove risiedo, la Campania, dal 2019, con Decreto n.21 del 4/02/19, si recepiscono i criteri di accesso alle tecniche di procreazione medicalmente assistita omologa ed eterologa e le condizioni di erogabilità previste dai nuovi Livelli Essenziali di Assistenza (LEA), e si stabilisce che le coppie, con problemi di infertilità, possono rivolgersi al Servizio pubblico che garantisce l’accesso alla PMA alle donne fino al 46° anno di età e per un massimo di 6 cicli di trattamento.

Vengono garantiti, persino già nel decreto, anche efficienza ed un alto livello di competenza.

Rimane, semmai, il problema delle lunghe liste di attesa dovuto anche alla eccessiva richiesta, a maggior ragione, per quelle regioni che ampliano il limite d’età per il ricorso alle tecniche e, spesso, i tempi sono tali che quando arriva il momento, i limiti d’età sono stati oramai già superati.

Questo aspetto ha sollevato svariate perplessità sulla ratio della fissazione dei limiti di età.

L’ACCESSO ALLA PMA NEL PRIVATO

Per quanto riguarda i centri privati, come quello di cui faccio parte, ciascuna equipe specializzata non può che valutare la situazione individuale della coppia, dopo aver analizzato accuratamente i risultati degli esami. Solo allora può consigliare il percorso più adatto a seconda delle necessità individuali.

Certamente la procedura di accesso alle tecniche, di qualsiasi livello, è più veloce ed efficace. L’inizio della terapia, molto spesso, avviene in … continua la lettura

Dr.ssa Chiara Granato
Biologa della Riproduzione
www.chiaragranato.it

Articoli correlati

COVID O INFLUENZA,RICONOSCERE SINTOMI BAMBINI

FRAMMENTI DI PLASTICA CIOCCOLATA OVOMALTINE

Giuseppe Vincenzo Battista

AZIENDA ITALIANA REALIZZA TEST COVID SALIVARE

Giuseppe Vincenzo Battista

Questo sito utilizza sia Cookies tecnici (necessari al suo corretto funzionamento) che di profilazione propri o di terze parti (necessari al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti durante la navigazione).
La prosecuzione della navigazione o l'accesso a qualunque sezione del sito senza avere prima modificato le impostazioni relative ai Cookies varrà come accettazione implicita alla ricezione di Cookies dal presente sito.Per visionare l'informativa estesa clicca qui.

In mancanza di accettazione o eventuale rifiuto da parte dell'utente potrà comportare la mancata prestazione del servizio richiesto o la parziale visione dei contenuti previsti nel sito se tale accettazione è necessaria a tali fini.
Accetto Leggi di più