22 C
Comune di Avellino
21 Giugno 2021
Ultima pubblicazione: 20 giugno 2021 18:56:36
Impresa Diretta
Image default
Salute

IMMUNITÀ DI GREGGE, CI ARRIVEREMO MAI?

Immunità di gregge, ci arriveremo mai?

Con l’avanzamento della campagna vaccinale contro il Covid-19, sembra che ci si avvicini sempre di più alla tanto ambita immunità di gregge, ma negli ultimi giorni sono emersi pareri discordanti a tal proposito da parte della comunità scientifica. 

Secondo le stime dei mesi scorsi, l’immunità di gregge dovrebbe essere raggiunta una volta vaccinato l’80% della popolazione, un numero che permetterebbe la riduzione dell’indice RT e di conseguenza la circolazione del virus.

Non è facile, però, fare delle stime precise a causa dell’elevato tasso di mutazioni del SARS-COV-2; come ha affermato, ormai un mese fa, il professor Alberto Mantovani, direttore scientifico di Humanitas e professore emerito di Humanitas University :

“Abbiamo diversi vaccini che non sappiamo quanto e quanto a lungo proteggano dando immunità, soprattutto sui pazienti più fragili”, concludendo che potrebbero volerci diversi mesi per raggiungere i numeri necessari all’immunità. 

Ad oggi, con l’estate ormai alle porte e la voglia di uscire di casa che si fa sentire sempre più prepotentemente, le perplessità sono molte e così la paura di una nuova ondata di contagi causata dalle riaperture estive.

Si fa preponderante l’idea di dover vaccinare i giovani per ridurre la diffusione del virus, ma la priorità continua ad essere la protezione delle categorie maggiormente a rischio. 

Come ha spiegato all’Adkronos Salute l’epidemiologo e assessore alla Salute della Regione Puglia, Pier Luigi Lopalco:

“Sappiamo che con l’80% della popolazione immune, la circolazione del virus si spegne. Ma per arrivare a questo traguardo dobbiamo vaccinare anche i minorenni. In questo momento lo scopo della vaccinazione resta quello di proteggere la popolazione più fragile dalle forme gravi di malattia”. 

Le incertezze a riguardo sono molte e si fa strada l’idea che l’immunità di gregge non verrà mai raggiunta nel nostro Paese.

Andrea Crisanti, direttore dell’Istituto di microbiologia dell’Università di Padova, asserisce:

“Non è assolutamente certo che si raggiunga un’immunità di gregge contro il Covid. Se non si vaccinano i minori di 18 anni sarà difficile ottenerla.

Inoltre non sappiamo quanto dura questa immunità e se dura solo otto o nove mesi, ricomincia la giostra, bisognerà immunizzare diversi milioni di persone al mese. In ogni caso non è un obiettivo fondamentale, nel senso che anche se non si raggiunge, ma si sfiorano livelli vicini, l’effetto positivo della vaccinazione ci sarà lo stesso”.

Come Lopalco, anche Crisanti afferma che in questo momento, l’obiettivo fondamentale è quello di proteggere gli anziani e i soggetti a rischio, così da ridurre sia la pericolosità sociale del virus, che la pressione sugli ospedali.

Ancora nessuna certezza, quindi, da parte della comunità scientifica che non riesce a fare delle stime reali circa il futuro andamento della pandemia in Italia. 

Crisanti, conclude affermando che il virus, a suo parere, diverrà endemico in Italia e non è l’unico a pensarla così.

Fabrizio Pregliasco, virologo dell’Università di Milano, sostiene che non si arriverà mai all’immunità di gregge, nonostante i vaccini:

“La malattia diventerà endemica, riusciremo ad abbassare di molto l’incidenza e quindi a convivere con il virus.

E questo riusciremo a farlo nell’arco di due, tre mesi”, conclude, poi, affermando che “possiamo parlare di una convivenza con il virus per alcuni anni che, si spera, sia una convivenza molto civile”. 

Articoli correlati

COVID, VACCINATE ALTRE 4375 PERSONE IN IRPINIA

OPEN DAY ASL AVELLINO, SOMMINISTRATE 7.117 DOSI

OPEN DAY ASL AVELLINO, SABATO 5 E DOMENICA 6 GIUGNO 2021

Questo sito utilizza sia Cookies tecnici (necessari al suo corretto funzionamento) che di profilazione propri o di terze parti (necessari al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti durante la navigazione).
La prosecuzione della navigazione o l'accesso a qualunque sezione del sito senza avere prima modificato le impostazioni relative ai Cookies varrà come accettazione implicita alla ricezione di Cookies dal presente sito.Per visionare l'informativa estesa clicca qui.

In mancanza di accettazione o eventuale rifiuto da parte dell'utente potrà comportare la mancata prestazione del servizio richiesto o la parziale visione dei contenuti previsti nel sito se tale accettazione è necessaria a tali fini.
Accetto Leggi di più