24.6 C
Comune di Avellino
28 Settembre 2021
Ultima pubblicazione: 28 settembre 2021 19:22:59
Impresa Diretta
Image default
Dall'Italia Politica

IL GREEN PASS DIVENTA OBBLIGATORIO

Il green pass diventa obbligatorio, ecco il nuovo decreto legge.

Nella giornata di ieri, 22 luglio, il Consiglio dei Ministri ha approvato un nuovo decreto legge Covid con il quale, tra le altre cose, è stato reso obbligatorio il possesso del Green Pass per lo svolgimento di alcune attività non essenziali.

Il Green pass è una misura con i quali i cittadini possono continuare a svolgere attività con la garanzia di ritrovarsi tra persone che non sono contagiose.

È una misura che dà serenità, non che toglie serenità”, ha affermato il presidente del Consiglio Mario Draghi.

In vigore dal 5 agosto, il decreto prevede, quindi, il possesso del Green Pass per attività non di prima necessità, nello specifico: per le consumazioni al chiuso in bar e ristoranti; per partecipare ad eventi sportivi e culturali; per accedere a piscine, centri natatori, palestre, centri benessere, centri culturali, sociali e ricreativi al chiuso, sagre, fiere congressi, convegni, parchi tematici e di divertimento, sale gioco e per partecipare ai concorsi pubblici.

Esclusi sono solo i centri educativi per l’infanzia, i centri estivi e le attività di ristorazione ad essi accorpate e la scuola, per la quale al momento non è ancora obbligatorio.

Il Green Pass, in ogni caso, può essere rilasciato non solo a chi ha completato il ciclo vaccinale, ma anche a chi è in possesso di un certificato di guarigione dal Covid-19 nei sei mesi precedenti e da chi effettuerà il test antigenico o molecolare non più di 48 ore prima della richiesta.

La certificazione è valida, per i vaccinati, per un tempo che varia da vaccino a vaccino: 9 mesi per AstraZeneca, J&J e per il mix di vaccini, 10-11 mesi per Pfizer e Moderna.  

La carta verde diventa, così, il lasciapassare per chiunque voglia svolgere delle attività a scopo ricreativo; pur non rendendo obbligatorio il vaccino, il governo ha trovato un espediente per spingere la popolazione a vaccinarsi, pena l’esclusione dalle attività votate al divertimento.

Un provvedimento che, in linea di massima, colpirà principalmente i giovani che non possono o non vogliono effettuare la vaccinazione.

Nel decreto legge, rientrano anche i nuovi criteri per il passaggio delle regioni da un colore all’altro, strettamente legato al prolungamento dello stato di emergenza fino al 31 dicembre.

Da oggi saranno fondamentali per il passaggio di zona gli indicatori ospedalieri: si passerà dalla zona bianca a quella gialla nel momento in cui le terapie intensive della regione saranno occupate per il 15%; al 30% scatterà la zona arancione e al 40% la zona rossa.

Anche in questo caso il Green Pass sarà fondamentale per far muovere i cittadini in entrata e in uscita dalle zone arancioni e rosse.

Rinnovate anche le sanzioni: da 400 a 1000 euro sia perl’esercente, che per l’utente che violano le regole e un periodo di chiusura degli esercizi commerciali che va da 1 a 10 giorni in caso di ripetute violazioni.

Nonostante i nuovi obblighi, sono molte le persone che ancora non hanno ricevuto il Green Pass: guariti o vaccinati che non riescono ad ottenerlo o lo hanno ricevuto errato, ma anche coloro che hanno ricevuto la vaccinazione eterologa, ai quali spesso risulta di dover ricevere ancora una dose.

Attualmente, il sito Dcg.gov.it permette di scaricare la certificazione senza aver ricevuto l’SMS o l’e-mail contenenti il codice di avvenuta vaccinazione o guarigione.

In questo caso, però, c’è bisogno di autenticarsi all’interno della piattaforma tramite identità digitale, SPID, o carta d’identità elettronica, CIE.

Per tutti coloro che non possiedono una di queste due credenziali, l’unica strada è quella di rivolgersi alla propria Asl, al medico di base o al farmacista, i quali tramite il Sistema Tessera Sanitaria possono recuperare il Green Pass.

 

Articoli correlati

TELECAMERE MEZZI PUBBLICI, MULTA A CHI E’ SENZA MASCHERINA

Giuseppe Vincenzo Battista

LUCE E GAS, IL BONUS ARRIVA IN AUTOMATICO

TEST SALIVARI NON VALIDI PER GREEN PASS

Questo sito utilizza sia Cookies tecnici (necessari al suo corretto funzionamento) che di profilazione propri o di terze parti (necessari al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti durante la navigazione).
La prosecuzione della navigazione o l'accesso a qualunque sezione del sito senza avere prima modificato le impostazioni relative ai Cookies varrà come accettazione implicita alla ricezione di Cookies dal presente sito.Per visionare l'informativa estesa clicca qui.

In mancanza di accettazione o eventuale rifiuto da parte dell'utente potrà comportare la mancata prestazione del servizio richiesto o la parziale visione dei contenuti previsti nel sito se tale accettazione è necessaria a tali fini.
Accetto Leggi di più