23.3 C
Comune di Avellino
6 Luglio 2020
Ultima pubblicazione: 05 luglio 2020 19:02:09
Impresa Diretta
Image default
Salute

FLOP INDAGINE SIEROLOGICA CORONAVIRUS

Flop indagine sierologica della Croce Rossa. 

Dallo scorso lunedì ha preso il via in Italia l’indagine sierologica sul Coronavirus, che purtroppo nella sua fase iniziale ha ottenuto una scarsissima adesione. 

Ricordiamo che si tratta di un’indagine campionata, che vedrà coinvolti 150mila italiani, 200 comuni, quasi 700 volontari e una struttura nazionale di supporto. 

L’indagine permetterà di scovare la presenza di anticorpi specifici contro il Coronavirus, e servirà a capire quale possa essere stato l’impatto del virus sulla popolazione. 

Ma non solo, essa permetterà inoltre di fare una stima statistica del contagio nel nostro paese, e stabilire quindi quante persone si sono ammalate, la letalità della Covid- 19 e la sua diffusione sia geografica che per età. 

Come abbiamo già spiegato, in un articolo precedente sull’argomento, l’indagine prende il via con una chiamata effettuata dai volontari della Croce Rossa Italiana, a cui però purtroppo molti non hanno risposto, o che diversi utenti hanno addirittura scambiato per una truffa. 

Su 7.300 chiamate, fatte nei primi giorni, solo il 25% ha dato il proprio consenso, mentre il 60% ha chiesto di essere ricontattato e il 15% ha invece spiegato che per il momento sta ancora valutando. 

A scanso di equivoci il presidente della Croce Rossa, Francesco Rocca ha tenuto a specificare: 

“Se ricevete una chiamata dal numero che inizia con 06.5510 è la Croce Rossa Italiana, non è uno stalker, non è una truffa telefonica, ma è un servizio che potete rendere al vostro Paese attraverso un piccolo prelievo venoso”. 

Un appello al buon senso dei cittadini è stato fatto anche dal ministro della Salute Roberto Speranza che intervistato da Sky ha dichiarato: 

“È necessario e fondamentale che le persone che verranno contattate dalla Croce Rossa per i test sierologici rispondano positivamente. 

La chiamata potrà arrivare anche al cellulare. 

Avere questi risultati consentirà ai nostri scienziati di avere un’arma in più di conoscenza dell’epidemia nel nostro Paese”. 

Nonostante i dati iniziali sembrano essere poco incoraggianti Rocca sembra essere fiducioso sull’esito dell’indagine.

Articoli correlati

ALIMENTARSI BENE PER COMBATTERE IL CALDO

Giuseppe Vincenzo Battista

RAGGI ULTRAVIOLETTI RENDONO INATTIVO COVID

LE ZANZARE POSSONO TRASMETTERE IL COVID?

Questo sito utilizza sia Cookies tecnici (necessari al suo corretto funzionamento) che di profilazione propri o di terze parti (necessari al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti durante la navigazione).
La prosecuzione della navigazione o l'accesso a qualunque sezione del sito senza avere prima modificato le impostazioni relative ai Cookies varrà come accettazione implicita alla ricezione di Cookies dal presente sito.Per visionare l'informativa estesa clicca qui.

In mancanza di accettazione o eventuale rifiuto da parte dell'utente potrà comportare la mancata prestazione del servizio richiesto o la parziale visione dei contenuti previsti nel sito se tale accettazione è necessaria a tali fini.
Accetto Leggi di più