15.3 C
Comune di Avellino
27 Ottobre 2020
Ultima pubblicazione: 27 ottobre 2020 18:27:22
Impresa Diretta
Image default
Salute

COVID O INFLUENZA,RICONOSCERE SINTOMI BAMBINI

Covid o influenza, come riconoscere i sintomi nei bambini.

I sintomi del Coronavirus sono simili a quelli di una banale influenza, naso chiuso, mal di gola, tosse, febbre elevata, sintomi- corollario a livello respiratorio, dolori muscolari, articolari e senso di spossatezza. 

Ma come distinguere il virus dall’influenza, soprattutto nei bambini. 

Non è facile, ma si può. 

Tra le due malattie ci sono, anche se sottili, delle differenze che non sfuggono ai clinici. 

A metterle in evidenza, i pediatri del Children’s National Hospital di Washington, che hanno pubblicato su JAMA, rivista medica, uno studio in merito. 

Lo studio ha preso in esame 315 bambini di età compresa tra i 3 e gli 8 anni, ai quali è stato diagnosticato il Covid tra marzo e maggio 2020, e ben 1.402 bambini di età compresa tra i 3 e i 9 anni che avevano avuto un’influenza di tipo A o B tra il primo ottobre 2019 e il 6 giugno 2020. 

L’analisi ha preso in esame soprattutto la necessità di ricovero e di cure, e in modo particolare i sintomi. 

Quali sono queste differenze? 

Dallo studio è emerso che almeno per quanto riguarda l’esigenza di tenere i piccoli in ospedale, o addirittura in terapia intensiva, o di ricorrere a una ventilazione assistita, non sembrano esserci differenze tra Coronavirus ed influenza. 

Ma nel momento in cui vanno ad essere analizzati i sintomi emergono le differenze tra le due malattie. 

I bambini che si ammalano di Covid mostrano una sintomatologia più evidente:

hanno più spesso la febbre che sale in tre su quattro, contro la metà degli altri; 

la diarrea o il vomito che si presenta nel 26% di loro, contro il 12% degli altri; 

il dolore a muscoli e arti che interessa il 22% dei colpiti da Sars-CoV 2, contro il 7% di chi ha un’influenza; 

dolori al petto che si presenta nell’11% dei pazienti affetti da Covid contro il 3% di chi invece ha contratto l’influenza e il mal di testa anch’esso più frequente in chi ha contratto il Coronavirus. 

Tosse e respiro corto sembrano invece colpire nella stessa misura le due tipologie di pazienti.

Tracciate le differenze questi sono i sintomi più frequenti nei bambini.

Nella stragrande maggioranza dei piccoli che hanno sviluppato il Coronavirus i sintomi più frequenti sono la febbre, per questo misurarla costantemente è considerato così importante, l’affaticamento, le manifestazioni gastrointestinali, vomito e diarrea molto più frequenti che negli adulti, e la perdita di olfatto e gusto. 

Molto più raro è invece il manifestarsi della tosse, un sintomo che è più ricorrente negli adulti. 

Fonte Il Sole 24 Ore. 

Articoli correlati

UN’ETEROLOGA IN SPAGNA

admin

ASINTOMATICI E CARICA VIRALE, FACCIAMO CHIAREZZA

IL TRANSFER EMBRIONALE

admin

Questo sito utilizza sia Cookies tecnici (necessari al suo corretto funzionamento) che di profilazione propri o di terze parti (necessari al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti durante la navigazione).
La prosecuzione della navigazione o l'accesso a qualunque sezione del sito senza avere prima modificato le impostazioni relative ai Cookies varrà come accettazione implicita alla ricezione di Cookies dal presente sito.Per visionare l'informativa estesa clicca qui.

In mancanza di accettazione o eventuale rifiuto da parte dell'utente potrà comportare la mancata prestazione del servizio richiesto o la parziale visione dei contenuti previsti nel sito se tale accettazione è necessaria a tali fini.
Accetto Leggi di più