20.6 C
Comune di Avellino
7 Maggio 2021
Ultima pubblicazione: 07 maggio 2021 12:52:21
Impresa Diretta
Image default
Salute

COVID, 46ENNE DI AVELLINO CURATA CON ANTICORPI MONOCLONALI

Covid: 46enne di Avellino la prima irpina a essere curata con anticorpi monoclonali. Stamattina l’infusione del farmaco all’Azienda Moscati.

All’Azienda Ospedaliera “San Giuseppe Moscati” di Avellino la prima somministrazione in Irpinia di anticorpi monoclonali come terapia per la cura della malattia Covid-19.

Grazie a una sinergia tra Medici di Medicina Generale, Asl Avellino e Azienda Ospedaliera, questa mattina una 46enne ha potuto beneficiare del prezioso farmaco.

La donna, residente ad Avellino, è stata inserita sull’apposita piattaforma dal suo Medico di Medicina Generale.

Individuata dall’Asl come soggetto in possesso dei requisiti necessari, è stata segnalata all’Azienda ospedaliera Moscati.

E questa mattina è arrivata a bordo di un’ambulanza dell’Usca (Unità speciali di continuità assistenziale) alla Città ospedaliera ed è stata accompagnata in un ambulatorio appositamente allestito al pianterreno del Covid Hospital.

Qui il Direttore dell’Unità operativa di Medicina Interna, Maria Amitrano, insieme ad altri collaboratori, ha prima verificato l’effettivo possesso dei criteri di eleggibilità e ha poi proceduto all’infusione del farmaco, ritirato sempre in mattinata all’Azienda Ospedaliera Monaldi di Napoli, dopo aver ricevuto l’autorizzazione da parte dell’Aifa, l’Agenzia Italiana del Farmaco. 

L’operazione di infusione, costantemente monitorata, è durata circa un’ora. Altrettanto il periodo di osservazione della paziente dopo la somministrazione.

La 46enne è stata quindi riaccompagnata presso la propria abitazione, dove è stata anche ricontattata dai professionisti del Moscati, restituendo buone notizie sul suo stato di salute.

La donna aveva tutte le caratteristiche specifiche per essere sottoposta a terapia con i monoclonali – evidenzia Maria Amitrano – presentava fattori di rischio per patologie pregresse, era sintomatica con tosse, febbre e astenia, ma con un livello di saturazione tale da non richiedere ossigenoterapia né tantomeno il ricovero.

L’infusione si è svolta senza problemi e la speranza adesso è che il farmaco si dimostri effettivamente efficace”. 

La cura con anticorpi monoclonali si inserisce nell’ambito delle terapie ambulatoriali attivate anche in Campania per impedire che si sviluppino le forme più gravi della malattia, e allo stesso tempo per alleggerire il carico degli ospedali, soprattutto per quel che riguarda l’occupazione delle terapie intensive.

Il contributo che l’Azienda Moscati sta offrendo alla lotta al nuovo Coronavirus – sottolinea il Direttore Generale, Renato Pizzuti – sta diventando sempre più significativo, grazie al grande impegno e all’instancabile lavoro degli operatori sanitari.

Il momento è particolarmente difficile: il numero dei ricoveri è notevole, la terapia intensiva è piena e sono già diverse le Unità operative convertite in aree Covid.

Nonostante ciò, stiamo procedendo con la vaccinazione dei pazienti fragili, abbiamo avviato la sperimentazione del vaccino Reithera e da oggi stiamo collaborando con l’Asl per la somministrazione dei monoclonali.

Uno sforzo importante per dare una mano all’intera comunità”.

Foto – Fondazione Umberto Veronesi 

 

Articoli correlati

CARENZA ORMONALE NELL’UOMO

admin

COVID-19, CIRCOLARE PER CURE DOMICILIARI

Giuseppe Vincenzo Battista

PMA. TROPPE DIFFERENZE TRA NORD E SUD

admin

Questo sito utilizza sia Cookies tecnici (necessari al suo corretto funzionamento) che di profilazione propri o di terze parti (necessari al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti durante la navigazione).
La prosecuzione della navigazione o l'accesso a qualunque sezione del sito senza avere prima modificato le impostazioni relative ai Cookies varrà come accettazione implicita alla ricezione di Cookies dal presente sito.Per visionare l'informativa estesa clicca qui.

In mancanza di accettazione o eventuale rifiuto da parte dell'utente potrà comportare la mancata prestazione del servizio richiesto o la parziale visione dei contenuti previsti nel sito se tale accettazione è necessaria a tali fini.
Accetto Leggi di più