20.9 C
Comune di Avellino
2 Giugno 2020
Ultima pubblicazione: 02 giugno 2020 20:44:52
Impresa Diretta
Image default
Politica

COVID-19, TUTTO PROROGATO FINO AL 13 APRILE

Covid-19, tutto prorogato fino al 13 aprile.

Italia in lockdown fino a dopo Pasqua. 

Ad annunciarlo il Ministro della Salute Roberto Speranza, durante l’informativa in Senato sulla situazione dell’emergenza Coronavirus. 

La decisione del governo è di “prorogare fino al 13 aprile tutte le misure di limitazione alle attività e agli spostamenti individuali finora adottate”, nel tentativo di frenare i contagi da Coronavirus. 

Le misure di contenimento quindi, saranno estese almeno fino a dopo Pasqua.

A giorni è in arrivo un nuovo Dpcm con la proroga del lockdown che, prevedendo una proroga dei provvedimenti già in atto, non necessita del via libera del Consiglio dei Ministri.

Ma il premier Giuseppe Conte potrebbe comunque decidere di comunicare la decisione al Consiglio dei Ministri nei prossimi giorni. 

Le ragioni che hanno portato a tale decisione sono state illustrate dal Ministro Speranza che ha dichiarato: 

“Non solo non dobbiamo abbassare la guardia, ma tutti dobbiamo essere consapevoli che per un periodo non breve dovremo saper gestire una fase di transizione. 

Sarà indispensabile graduare la riduzione delle attuali limitazioni adottando graduate e proporzionali misure di prevenzione, per evitare che riesplodano nuovi gravi focolai di infezione.

La fase di convivenza con il virus andrà gestita d’intesa con il Comitato tecnico scientifico con grande prudenza, continuando a monitorare molto seriamente il fenomeno e conservando tutte le buone pratiche individuali che abbiamo imparato a rispettare in queste settimane con i nostri comportamenti responsabili.” 

Ha poi aggiunto: 

“Certo dobbiamo programmare il domani, lo stiamo già facendo, ma senza smettere di essere consapevoli di cosa sia questa fase e di dove siamo esattamente oggi. 

Sbagliare i tempi o anticipare alcune mosse, finirebbe per vanificare il lavoro fatto in queste difficilissime settimane. 

È questa l’unica strada realistica e praticabile per riaccendere i motori della nostra economia, per recuperare pienamente la dimensione sociale e affettiva della nostra vita, per riconquistare le nostre irrinunciabili libertà.”

“Attenzione a non commettere errori adesso – ha avvertito – attenzione ai facili ottimismi che possono vanificare gli sforzi e i grandi sacrifici che la stragrande maggioranza degli italiani sta compiendo. 

Non dobbiamo confondere i primi segnali positivi che registriamo in queste ore con un segnale di cessato allarme. 

Le proiezioni statistiche dei tecnici ci indicano che siamo sulla strada giusta e che le misure drastiche che abbiamo adottato, iniziano a dare i primi risultati. 

La nostra cura, ormai adottata e seguita in tutto il mondo, sta rallentando la velocità della curva epidemica e l’estensione del contagio. 

Sarebbe però un errore imperdonabile scambiare questo importante primo risultato per una sconfitta definitiva del Covid-19. 

La battaglia è ancora molto lunga, non possiamo e non dobbiamo abbassare la guardia.” 

“L’obbiettivo dell’esecutivo – conclude il titolare della Sanità italiana – deve essere quello di riportare stabilmente e nettamente sotto il valore di 1(uno) l’R0, ovvero l’indice di trasmissione del contagio da Coronavirus.

È un obiettivo da conseguire per non moltiplicare ulteriormente il numero dei pazienti positivi, per diminuire il numero quotidiano dei decessi, per evitare che il nostro Servizio sanitario nazionale venga colpito da un ulteriore tsunami.”

Articoli correlati

CIPRIANO: “AVELLINO OFFESA E DERISA”. VIDEO

PD PRENDE DISTANZE DAL SINDACO DI AVELLINO

Giuseppe Vincenzo Battista

DE LUCA: “ASSISTENTI CIVICI SPIRITUALI”. VIDEO

Questo sito utilizza sia Cookies tecnici (necessari al suo corretto funzionamento) che di profilazione propri o di terze parti (necessari al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti durante la navigazione).
La prosecuzione della navigazione o l'accesso a qualunque sezione del sito senza avere prima modificato le impostazioni relative ai Cookies varrà come accettazione implicita alla ricezione di Cookies dal presente sito.Per visionare l'informativa estesa clicca qui.

In mancanza di accettazione o eventuale rifiuto da parte dell'utente potrà comportare la mancata prestazione del servizio richiesto o la parziale visione dei contenuti previsti nel sito se tale accettazione è necessaria a tali fini.
Accetto Leggi di più