15.7 C
Comune di Avellino
30 Marzo 2020
Ultima pubblicazione: 30 marzo 2020 14:00:36
Impresa Diretta
Image default
Salute

COVID-19, CHI FUMA E’ PIU’ A RISCHIO

Covid-19, chi fuma è più a rischio.

In questi giorni abbiamo visto più volte associare la parola Coronavirus alla sigaretta. 

Ma per quale motivo? Che relazione c’è tra  virus e fumo? 

Che il fumo, attivo e passivo, sia uno dei più acerrimi nemici della nostra salute lo sapevamo, ciò che invece ignoravamo è che questo vizio, purtroppo molto diffuso, può compromettere moltissimo la nostra situazione clinica nel malaugurato caso venissimo contagiati dal Covid-19. 

A dare credito a questa teoria, che è ormai un dato di fatto, sono i dati che stanno arrivando dagli ospedali, dove sono in cura gli affetti da Coronavirus. 

Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute e rappresentante italiano dell’Organizzazione Mondiale della Sanità ha affermato: 

“Stiamo vedendo, dai dati clinici che arrivano dai ricoverati, che chi fuma ha una maggiore propensione ad avere un quadro di insufficienza respiratoria più accelerata e più grave. 

In altri termini: i fumatori hanno una prognosi peggiore perché vanno più facilmente incontro a una insufficienza respiratoria rispetto ai non fumatori”. 

A dare ancor più credito alla teoria alcuni studi recentissimi svolti dall’Istituto Superiore di Sanità (ISS), che hanno evidenziato non solo che un terzo in più dei fumatori che hanno contratto il nuovo Coronavirus presentava al momento del ricovero una condizione più grave rispetto ai non fumatori ma anche che, i fumatori hanno il doppio della probabilità di aver bisogno di terapia intensiva e ventilazione meccanica. 

Gli stessi studi hanno ipotizzano che sia dovuta proprio a questa cattiva abitudine, molto più frequente negli uomini, soprattutto in Cina, la grande differenza di genere nel tasso di letalità legata al virus che, come sappiamo, è maggiore negli uomini rispetto alle donne, 4,7% contro 2,8%. 

In Cina il divario tra fumatori e fumatrici è davvero enorme, si parla di circa il 50% degli uomini contro il 3% scarso delle donne. 

Tale differenza, anche se presente, è meno sentita nel nostro Paese. 

In Italia i fumatori sono 11,6 milioni, ovvero il 22% della popolazione di età superiore ai 15 anni, di cui più di 7 milioni sono uomini e 4,5 milioni donne. 

I dati emersi dallo studio ci dovrebbero far riflettere ulteriormente sulla necessità di smettere di fumare, specialmente in questa situazione così particolare. 

Ovviamente in questo momento di ristrettezza, dove abbiamo dovuto rinunciare a molte delle nostre abitudini, per chi trova nel fumo sfogo o conforto, potrebbe essere molto difficile fare quest’ulteriore rinuncia. 

Ma la cosa che dovrebbe spingerci almeno a tentare di smettere è che, gli esperti hanno asserito che in pochissime settimane, la condizione dei nostri polmoni sarà migliore. 

Il non fumare porta ad un miglioramento degli scambi gassosi respiratori della circolazione, ma anche della tosse e dei problemi respiratori. 

A tutto ciò si aggiunge l’ipotesi che il Coronavirus possa essere trasmissibile anche con il fumo delle sigarette. 

A riferirlo è stato il governatore della Campania Vincenzo De Luca, nel corso di un intervento fatto per fare il punto della situazione sull’emergenza, affermando: 

“Gli esperti mi hanno confermato che l’emissione di fumo trasporta il virus. Quindi se chi cammina per strada incrocia anche a distanza chi sta fumando, potrebbe essere contagiato da quella nuvola di fumo che trasporta il virus. Sono numerose infatti le modalità di trasmissione”. 

Articoli correlati

COVID-19, BOOM DI ISCRITTI AL CORSO DELL’ISS

COVID-19, IN CAMPANIA 3MILA POSTI LETTO IN PIU’

Giuseppe Vincenzo Battista

EMERGENZA COVID-19, BANDO PER 500 INFERMIERI

Giuseppe Vincenzo Battista

Questo sito utilizza sia Cookies tecnici (necessari al suo corretto funzionamento) che di profilazione propri o di terze parti (necessari al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti durante la navigazione).
La prosecuzione della navigazione o l'accesso a qualunque sezione del sito senza avere prima modificato le impostazioni relative ai Cookies varrà come accettazione implicita alla ricezione di Cookies dal presente sito.Per visionare l'informativa estesa clicca qui.

In mancanza di accettazione o eventuale rifiuto da parte dell'utente potrà comportare la mancata prestazione del servizio richiesto o la parziale visione dei contenuti previsti nel sito se tale accettazione è necessaria a tali fini.
Accetto Leggi di più