10.4 C
Comune di Avellino
21 Gennaio 2021
Ultima pubblicazione: 21 gennaio 2021 21:01:17
Impresa Diretta
Image default
Salute

BONUS DIABETE, ECCO COME RICHIEDERLO

Bonus diabete, ecco come richiederlo.

Il diabete mellito rientra tra le malattie di “alto interesse sociale”, motivo per cui esistono una serie di agevolazioni fiscali e aiuti a chi ne soffre e ai loro familiari. 

Il Governo ha prolungato anche per il 2020 il bonus diabete, entrato in vigore lo scorso anno. 

Chi ne ha diritto. 

L’assegno per l’indennità di accompagnamento da diabete, pari a 517,84 euro mensili ed esente da Irpef, può essere richiesto dai soggetti: 

affetti da diabete mellito di tipo 1 e 2, con complicanze micro- macroangiopatiche e manifestazioni cliniche di medio grado, corrispondenti ad un’invalidità valutata tra il 41% e il 50%; 

insulino-dipendenti, con un mediocre controllo metabolico e un’iperlipidemia, ovvero con un aumento dei livelli di uno o più grassi nel sangue o con crisi ipoglicemiche frequenti, non trattabili con le normali terapie, corrispondenti a un’invalidità valutata tra il 51% e il 60%; 

che soffrono di complicanze del diabete, come la nefropatia, la retinopatia proliferante e la maculopatia, che vengono valutate invalidanti nella misura tra il 91% e il 100%. 

Come fare domanda. 

Per ottenere il bonus diabete è necessario poter dimostrare un’invalidità collegata alla malattia. 

Per farlo occorrerà quindi richiedere il riconoscimento di invalidità per il diabete recandosi dal proprio medico di base, il quale dovrà rilasciare un certificato che accerti la patologia. 

Tale documentazione dovrà essere inviata dal medico stesso all’Inps. 

Una apposita commissione medica valuterà lo stato del paziente tramite una visita e controllerà i requisiti per capire se accogliere o meno la domanda. 

Al termine della valutazione, l’Inps invierà una certificazione indicante la percentuale di invalidità ufficialmente certificata. 

La richiesta deve essere corredata dal riferimento esplicito alla domanda di invalidità e alla legge 104 inoltrata tramite patronato, contattando il numero 8003164 o direttamente sul portale Inps, con le proprie credenziali di accesso. 

Altre agevolazioni oltre il bonus, per chi soffre di questa patologia invalidante. 

I malati di diabete hanno anche diritto anche, se lavoratori dipendenti, all’iscrizione alle categorie protette in caso di invalidità superiore al 46%. 

Se dipendenti pubblici possono accedere alla pensione per inabilità alle mansioni o pensione di invalidità, quando la malattia è avanzata al punto tale da non permettere al malato di condurre una vita normale. 

Hanno, inoltre, diritto alla pensione anticipata, con limitazione legata a una percentuale di invalidità elevata e ai propri contributi versati, pensione di vecchiaia anticipata a 55 anni e 7 mesi di età per le donne e 60 anni e 7 mesi per gli uomini, solo se con almeno 20 anni di versamenti contributivi e con invalidità pari o maggiore all’80%. 

A queste si aggiungono la maggiorazione di due mesi di contributi figurativi, per ogni anno di servizio, se l’invalidità riconosciuta oscilla tra il 74% e l’80%. 

In caso di invalidità, per il paziente o i familiari è prevista una detrazione fiscale pari al 19% sulle spese di acquisto o di adattamento di un’automobile, Iva al 4% sull’acquisto dell’auto e esenzione del pagamento del bollo. 

Ed infine i malati di diabete hanno diritto ad agevolazioni previste dalla Legge 104/92 come assegni, permessi e altri vantaggi. 

Articoli correlati

LA RICETTA BIANCA DIVENTA DIGITALE

POSSIBILE FRAMMENTI DI PLASTICA NEL KEBAB CONAD

VACCINI: LE UNICHE CERTEZZE, I DUBBI!

Questo sito utilizza sia Cookies tecnici (necessari al suo corretto funzionamento) che di profilazione propri o di terze parti (necessari al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti durante la navigazione).
La prosecuzione della navigazione o l'accesso a qualunque sezione del sito senza avere prima modificato le impostazioni relative ai Cookies varrà come accettazione implicita alla ricezione di Cookies dal presente sito.Per visionare l'informativa estesa clicca qui.

In mancanza di accettazione o eventuale rifiuto da parte dell'utente potrà comportare la mancata prestazione del servizio richiesto o la parziale visione dei contenuti previsti nel sito se tale accettazione è necessaria a tali fini.
Accetto Leggi di più