10.6 C
Comune di Avellino
29 Novembre 2022
Ultima pubblicazione: 29 novembre 2022 17:27:26
Impresa Diretta
Image default
AttualitàSalute

ATTIVATI AL MOSCATI 7 POSTI LETTO PER BAMBINI POSITIVI

Sette posti letto in Pediatria riservati ai bambini positivi al virus SARS-CoV-2 che necessitano di ricovero.

Considerato l’andamento epidemiologico della pandemia che sta interessando anche la fascia di età pediatrico-adolescenziale e tenuto conto delle difficoltà segnalate dai centri regionali di riferimento per i bambini Covid positivi, ovvero le Aziende ospedaliere “Santobono-Pausilipon” e “Federico II” di Napoli, la Direzione Strategica del Moscati ha provveduto ad attrezzare e ad attivare sette posti letto da utilizzare in caso si ravvisi la necessità di trattenere in reparto i minori affetti dal virus.

All’Unità operativa e alle stanze a pressione negativa si accederà attraverso percorsi interni di sicurezza dedicati, che partono dal Pronto soccorso generale e arrivano al Pronto soccorso pediatrico.

I pazienti positivi al Covid-19 giunti fino a oggi all’osservazione degli specialisti del reparto diretto da Antonio Vitale, dopo un’accurata visita di controllo e l’eventuale stabilizzazione, non sono risultati con una sintomatologia tale da richiedere un ricovero, fatta eccezione per un bambino per il quale è stato disposto il trasferimento al “Santobono” di Napoli.

Dal momento, però, che i posti letto degli ospedali pediatrici campani risultano in questi giorni saturi e che il rischio che aumenti ancora il numero dei piccoli pazienti affetti dal virus da ricoverare resta alto, dopo aver realizzato degli interventi tecnico-strutturali, la Pediatria dell’Azienda Moscati si è messa nelle condizioni di fare la sua parte anche per assistere i bambini Covid positivi.

I 7 posti letto attivati ieri si vanno ad aggiungere ai 36 del Covid-Hospital – 26 dei quali di degenza ordinaria/subintensiva e 10 di terapia intensiva – ai 2 per donne in stato di gravidanza attivati nell’Unità operativa di Ostetricia e Ginecologia e ai 16 dell’Unità operativa di Malattie Infettive destinati ai pazienti che accedono in ospedale per altre patologie, come ictus, infarti, traumi, e che nel pre-ricovero risultano anche positivi al tampone naso-faringeo.

Articoli correlati

IMMOBILI COMUNE ATRIPALDA: RECUPERO DI 100MILA EURO PER IL 2018

RICHIAMATO IL LATTE DELLA CRESCITA HUMANA 3

Giuseppe Vincenzo Battista

NUOVE ENERGIE AL COMANDO GDF DI AVELLINO

Questo sito utilizza sia Cookies tecnici (necessari al suo corretto funzionamento) che di profilazione propri o di terze parti (necessari al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti durante la navigazione).
La prosecuzione della navigazione o l'accesso a qualunque sezione del sito senza avere prima modificato le impostazioni relative ai Cookies varrà come accettazione implicita alla ricezione di Cookies dal presente sito.Per visionare l'informativa estesa clicca qui.

In mancanza di accettazione o eventuale rifiuto da parte dell'utente potrà comportare la mancata prestazione del servizio richiesto o la parziale visione dei contenuti previsti nel sito se tale accettazione è necessaria a tali fini.
Accetto Leggi di più