22.4 C
Comune di Avellino
19 Giugno 2024
Ultima pubblicazione: 19 giugno 2024 14:54:10
Impresa Diretta
Image default
Salute

33 NUOVI OPERATORI OSS AL MOSCATI DI AVELLINO

33 operatori OSS all’ospedale Moscati di Avellino.

Scorrimento delle graduatorie degli Oss vigenti in Campania: la Regione chiama e l’Azienda Moscati risponde ottenendo l’assegnazione di 33 operatori. 

La Regione Campania centralizza il sistema di assunzioni attraverso l’utilizzo di tutte le graduatorie vigenti e l’Azienda ospedaliera San Giuseppe Moscati di Avellino si aggancia alla procedura e porta a casa 33 Operatori Socio Sanitari (Oss).

Il nuovo personale reclutato a tempo indeterminato era inserito in tre diverse graduatorie concorsuali ancora valide: 25 Oss sono stati attinti dalla graduatoria dell’Asl Avellino, 5 da quella dell’Azienda ospedaliera Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta e 3 dall’Azienda ospedaliera universitaria Luigi Vanvitelli di Napoli. 

I 33 operatori socio sanitari saranno assegnati alle diverse Unità operative della Città ospedaliera di Avellino e del plesso Landolfi di Solofra nelle quali la loro attività risulta più necessaria.

Dopo il concorso unico regionale per il reclutamento di Dirigenti Medici di Medicina di Emergenza-urgenza,  sottolinea il Direttore generale dell’Azienda Moscati, Renato Pizzuti, che ci ha consentito, in tempi brevi, nella massima trasparenza e rispettando i diritti di tutti gli interessati, di assumere sei nuovi medici per il Pronto soccorso, con questa ulteriore iniziativa fortemente voluta dal Presidente De Luca il Moscati va a rafforzare anche l’organico degli Oss, potendo così migliorare la qualità dell’assistenza e avere un maggiore supporto organizzativo e gestionale nei percorsi di cura”. 

L’assegnazione del personale destinato all’Azienda Moscati è scaturita dall’incontro operativo che si è svolto la scorsa settimana a Salerno, alla presenza del Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, di manager della sanità e di tutti i concorrenti risultati idonei alle tre procedure espletate dalle Azienda sanitarie e ospedaliere del territorio e in attesa di assunzione per scorrimento di graduatoria. 

Come per i medici di Medicina d’Urgenza, conclude il manager Pizzuti, anche agli operatori socio sanitari è stata offerta la possibilità di scegliere la sede di lavoro. In entrambi i casi, ho riscontrato che, al netto della carenza di determinate figure professionali che si registra in tutta Italia, l’Azienda Moscati si conferma una sede lavorativa attrattiva. Un dato che è motivo di orgoglio per la Direzione strategica e per l’intera comunità irpina”. 

Articoli correlati

RIABILITAZIONE PAVIMENTO PELVICO: ATTIVATO AMBULATORIO A SOLOFRA

57ENNE DONA ORGANI A 4 PERSONE IN ATTESA DI TRAPIANTO

SITUAZIONE EPIDEMILOGICA PREOCCUPANTE, AL MOSCATI OPEN DAY COVID-19

Questo sito utilizza sia Cookies tecnici (necessari al suo corretto funzionamento) che di profilazione propri o di terze parti (necessari al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti durante la navigazione).
La prosecuzione della navigazione o l'accesso a qualunque sezione del sito senza avere prima modificato le impostazioni relative ai Cookies varrà come accettazione implicita alla ricezione di Cookies dal presente sito.Per visionare l'informativa estesa clicca qui.

In mancanza di accettazione o eventuale rifiuto da parte dell'utente potrà comportare la mancata prestazione del servizio richiesto o la parziale visione dei contenuti previsti nel sito se tale accettazione è necessaria a tali fini.
Accetto Leggi di più