15.9 C
Avellino
21 Aprile 2019
Ultima pubblicazione: 21 aprile 2019 15:50:51
Impresa Diretta
Image default
Cronaca

AVELLINO –  8 PERSONE DENUNCIATE PER TRUFFA ALL’INPS E FALSO IDEOLOGICO 

Nell’ambito dei predisposti e costanti controlli finalizzati alla verifica delle condizioni di lavoro e tesi a contrastare ed infrenare le violazioni connesse con l’impiego di manodopera irregolare, a conclusione di complessa ed articolata attività d’indagine avviata su input del Comando Carabinieri per la Tutela del Lavoro di Roma e dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro, i Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Avellino, collaborati dai militari dell’Arma territoriale della Provincia, hanno deferito in stato di libertà 8 persone, di cui 7 di nazionalità romena, ritenuti responsabili dei reati di truffa ai danni dell’INPS, falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici determinata dall’altrui inganno, e resisi inoltre responsabili di numerose violazioni in materia di lavoro per aver inviato ed utilizzato lavoratori di nazionalità rumena in regime di distacco transnazionale non ritenuto autentico e per non aver conservato entro due anni dalla fine del distacco i documenti di lavoro previsti.

Nel corso dell’attività sono state sottoposte a controllo 5 aziende – tutte risultate irregolari – sono stati controllati 232 lavoratori tutti risultati irregolari, ed utilizzati da una nota impresa di autotrasporti della provincia di Avellino. Sono state elevate 11 sanzioni amministrative, per un importo totale di Euro 200.500,73  ed è stato anche accertato l’omesso versamento di contributi previdenziali ed assistenziali su un imponibile calcolato pari ad Euro 2.324.195,00, oltre a 7 erogazioni indebitamente percepite per un complessivo danno patito dall’INPS di Euro 32.660,42.

 

Articoli correlati

LIONI – MANOMETTE ANCORA IL CONTATORE DELL’ENERGIA ELETTRICA: COMMERCIANTE ARRESTATO 

MONTORO – SEQUESTRATO UN ETTO DI HASHISH E MARIJUANA: 38ENNE ARRESTATO

Giuseppe Vincenzo Battista

CERVINARA – LESIONI AGGRAVATE E MINACCE: DETENUTO DOMICILIARE FINISCE IN CARCERE

Questo sito utilizza sia Cookies tecnici (necessari al suo corretto funzionamento) che di profilazione propri o di terze parti (necessari al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti durante la navigazione).
La prosecuzione della navigazione o l'accesso a qualunque sezione del sito senza avere prima modificato le impostazioni relative ai Cookies varrà come accettazione implicita alla ricezione di Cookies dal presente sito.Per visionare l'informativa estesa clicca qui.

In mancanza di accettazione o eventuale rifiuto da parte dell'utente potrà comportare la mancata prestazione del servizio richiesto o la parziale visione dei contenuti previsti nel sito se tale accettazione è necessaria a tali fini.
Accetto Leggi di più